Skip to main content
Tempo di lettura: 4 minuti

Mentre tutti miriamo a ottenere prestazioni migliori ogni giorno, possiamo diventare più efficienti se identifichiamo le nostre ore di massima produttività.

Queste sono le ore in cui hai molta energia e concentrazione o sei più attivo e produci il lavoro migliore.

Ora, se chiedi alla maggior parte delle persone, ti diranno che le ore mattutine sono quando sono più concentrate, ispirate e produttive .

Tuttavia, questo potrebbe non essere lo stesso per tutti.

Ad esempio, secondo uno studio di ricerca condotto sugli studenti, l’ora di massima produttività era l’ 13.30 .

Questo vale anche per te?

Non necessariamente. 

Devi trovare le tue ore di massima produttività e sfruttarle al meglio ed è proprio di questo che tratta questo post.

Continua a leggere per semplici suggerimenti.

massima produttivita Massimizza le ore di massima produttività in quattro passaggi

Come ottenere il massimo durante le ore di massima produttività

Perché dovresti preoccuparti di sapere quali sono le tue ore di massima produttività?

Sapere questo può aiutarti a gestire meglio il tuo tempo, a svolgere più lavoro e a programmare quel tempo per le attività che richiedono maggiore concentrazione.

Ma come identificare queste ore e sfruttarle al meglio?

Scopri di seguito.

1. Trova le tue ore di massima produttività

Esistono cicli noti come ritmi ultradiani che influenzano la produttività o l’attenzione e durano tra i 90 e i 120 minuti. Attraversi periodi alternati di produttività e non produttività con periodi non produttivi della durata di circa 20 minuti.

Ciò significa che non puoi avere una giornata completamente produttiva e che i tuoi livelli di energia continuano a oscillare durante il giorno.

Ma come fai a sapere quali sono le tue ore di massima produttività?

Per questo, devi prestare molta attenzione alle tue abitudini quotidiane.

Ora, può sembrare difficile trovare quelle ore, soprattutto se lavori a tempo pieno. Tuttavia, sfruttando alcuni hack di produttività, puoi scoprire le ore di massima produttività.

Inizia tenendo un diario di tutte le attività che si svolgono nella tua vita ogni giorno, annotando anche i fattori che influenzano i tuoi livelli di produttività. 

Quindi, per ciascuna delle attività completate, assegna un tasso di rendimento basato sui tuoi livelli di energia, motivazione e concentrazione. Queste tariffe dipenderanno anche da quanto lavoro hai svolto e da come ti sei sentito a riguardo.

Codifica a colori le ore a seconda che tu fossi altamente produttivo, medio o non produttivo. Quindi continua a farlo per un mese per ottenere uno schema che ti aiuti a identificare le ore di massima produttività.

In alternativa, utilizza app di monitoraggio della produttività come Clockify, RescueTime o ATracker per tenere traccia delle ore trascorse in ciascuna attività. Puoi anche creare un semplice foglio di calcolo in cui crei voci per le tue attività e il tempo speso per ciascuna.

2. Dai priorità alle attività

A questo punto, sai quali sono le tue ore di massima produttività.

Tuttavia, devi comunque assicurarti di ottenere il massimo durante questo periodo.

Per questo, devi dare la priorità alle attività che svolgi quotidianamente in base alla loro importanza.

Inizia elencando le tue responsabilità o i ruoli chiave, quindi annota ogni attività che devi completare per adempierli.

Ad esempio, supponiamo che tu trascorri dalle 3 alle 4 ore al giorno tenendo riunioni su piattaforme di conferenza come Zoom . Annotalo come un compito. 

Altre attività potrebbero includere il controllo delle e-mail, il lavoro di progetto, ecc.  

Usando questa logica, elenca tutte le attività da quando ti svegli o arrivi in ​​ufficio a quando vai a dormire. Quindi, assegna loro la priorità in base a quanto impegno hai messo per completarli, al tempo impiegato e a quanto siano cruciali.

Infine, avrai un elenco delle attività con priorità alta, media e bassa che esegui in un giorno.

3. Pianifica il tuo lavoro

Crea un piano di lavoro per gestire le tue attività e assicurati di ottimizzare le ore di massima produttività.

Come si fa?

Utilizza  i modelli di gestione dei progetti per suddividere le attività in base alla priorità e segmentarle in orari di alta, media e bassa produttività. 

Per esempio:

  • Le ore di alta produttività dovrebbero essere riservate al lavoro del cliente o ad altre attività importanti.
  • Le ore di produttività media possono essere utilizzate per attività importanti con priorità comparativamente inferiore.
  • Le ore a bassa produttività possono essere utilizzate per attività che richiedono il minimo sforzo, come condurre riunioni o leggere e-mail.

Ricorda di includere le tue ore di riposo nel tuo modello e di concedere il tempo per le attività di emergenza nel tuo programma.

Anche come datore di lavoro, è essenziale che tu cerchi di capire i momenti in cui la produttività dei tuoi dipendenti è ai massimi livelli. Dovresti considerare di chiederlo a tutti i dipendenti in modo da poter pianificare la loro giornata lavorativa di conseguenza e trarne il massimo. 

Ad esempio, se gestisci un call center di qualsiasi tipo , dovresti determinare il momento in cui ciascuno dei tuoi dipendenti ritiene che la propria produttività sia la migliore. Questi sono gli slot che dovresti assegnare loro. Ciò li porterebbe a dare il meglio di sé mentre parlano con i clienti.

4. Forma abitudini produttive

Formare le seguenti abitudini può assicurarti di seguire il tuo piano di lavoro e sfruttare al meglio le tue ore di massima produttività:

  • Lavora su grandi progetti o attività essenziali durante le ore di massima produttività.
  • Avere una buona routine del sonno e assicurarsi di riposare a sufficienza ogni giorno.
  • Stabilisci obiettivi giornalieri e settimanali.
  • Evita il multitasking.
  • Prendi nota delle cose che ti distraggono ed evitale.
  • Delegare i compiti, quando necessario.
  • Disconnettiti durante le pause eseguendo attività che rinfrescano la mente. Questi possono includere stretching, esercizio fisico, spuntini, ecc.
  • Evita gli spazi di lavoro disordinati.
  • Impegnati a portare a termine le attività in un determinato momento.
  • Fai delle pause quando inizi a sentirti agitato, assonnato o stressato.
  • Sfrutta gli strumenti per l’ automazione del flusso di lavoro .
  • Prenditi cura della tua salute.
  • Prendi un po’ di luce solare e rimani idratato.

Soprattutto, mantieni il tuo benessere e non dimenticare di monitorare i tuoi progressi ogni settimana. In questo modo, puoi trovare modi migliori per raggiungere i tuoi obiettivi. Il monitoraggio può anche motivarti a migliorare nella gestione del tempo.

Inizia a massimizzare le ore di massima produttività

Rimanere produttivi durante il giorno può essere un compito impegnativo.

Tuttavia, puoi comunque sfruttare al meglio ogni giornata identificando le ore di massima produttività e ottenendo il massimo dai risultati utilizzando il processo in 4 fasi sopra menzionato.